Percorso per la comprensione & consapevolezza dell’origine del sintomo

Chi opera nel campo della salute, è oggi chiamato a uno sforzo ulteriore: ampliare lo sguardo sulla salute e la malattia andando oltre quel mero rapporto di causa effetto: considerare l’uomo per quello che è, un’unità di corpo, cervello, anima e coscienza.

Spesso i termini “coscienza” e consapevolezza” vengono usati impropriamente come sinonimi, è questo “sapere di essere presente” che sta alla base della “consapevolezza”, ossia del portare l’attenzione alle tensioni, i movimenti, le sfumature di un corpo vivo e reagente.

E’ la nostra capacità di riconoscere noi stessi che determina anche la nostra risposta immunitaria.

Quante più componenti della nostra psiche inglobiamo nella nostra coscienza e tanto meno l’ambiente rappresenta un fattore di disturbo.

Possiamo osservare questo stesso meccanismo a livello di comportamento nelle relazioni umane.

Le persone che si identificano molto con una parte di sè e reprimono le altre sono più tolleranti nei confronti di quelle persone che evocano le componenti represse della loro personalità (neuroni a specchio).

Il sistema immunitario fa la stessa cosa, è un cervello vagante ed ubiquitario nell’organismo e non è solo in relazione con l’esterno ma anche con se stesso, cosi come la psiche è sempre in relazione anche con sè stessa.